Cultura

Abbazia di San Vittore

  /   territorio  /   cultura  /   abbazia di san vittore

L’abbazia romanica di San Vittore delle Chiuse venne edificata dai longobardi verso la fine del X secolo all'interno di un "anfiteatro" naturale, composto dalle montagne circostanti. Sembra che lo stesso nome "delle Chiuse" sia dovuto al fatto che fosse "chiusa" tra i monti che la nascondono e la proteggono.


La tipologia architettonica lo rende uno dei monumenti romanici più significativi della Regione. Un particolare che ha attirato l’attenzione di molti studiosi è il simbolo dell’infinito vicino alla porta sinistra dell’altare: il simbolo dell’infinito, unico decoro presente all’interno della struttura, è rovesciato e balza immediatamente agli occhi non appena si varca l’ingresso. Leggende raccontano che furono i templari a lasciare questa traccia esoterica.